giovedì 27 novembre 2014

Prosciutto con o senza Polifosfati ?

Parliamo di uno degli additivi alimentari più utilizzati al mondo: i Polifosfati.

I Polifosfati derivano dal Fosforo che è un elemento presente in abbondanza in natura nelle cellule viventi in quanto svolge importanti funzioni per le ossa, il tessuto nervoso e le membrane delle cellule.

Nell’industria alimentare i fosfati vengono utilizzati sotto forma di POLIFOSFATI, si tratta di addensanti alimentari riconoscibili con la sigla E 400 fino a E 495.

Il loro utilizzo è davvero vastissimo in ambito alimentare, spazia dall’uso per la lievitazione dei prodotti da forno, all’uso per ridurre l’acidità, per preservare meglio la carne e gli alimenti preformati. Sono abbondantemente utilizzati nei salumi (prosciutto cotto e crudo) ragione per cui è consigliabile ed opportuno fare espressamente richiesta dei salumi privi di polifosfati.
Ve ne parliamo oggi perché svariati studi hanno associato livelli elevati di fosforo con il rischio cardiovascolare.

Ancora non ci sono dati certi di questo tipo di associazione/rischio ma proprio per questo nell’attesa i polifosfati sono un elemento da tenere sotto controllo nella dieta quotidiana.

Come sempre il consiglio è di prediligere una dieta ricca di cibi freschi, non in scatola e non precucinati.

Nessun commento:

Posta un commento