martedì 3 giugno 2014

RESTRIZIONI DALL' EUROPA ALL'USO DI PESTICIDI TOSSICI NELLA FRUTTA E VERDURA


 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Arrivano ulteriori restrizioni dall’ Agenzia per la Sicurezza Alimentare Europea relativamente al consumo degli alimenti coltivati convenzionalmente negli USA con due pesticidi neurotossici (acetamiprid e imidacloprid) in grado di influenzare lo sviluppo del sistema nervoso nei bambini.

Entrambe questi pesticidi presentano infatti un potenziale rischio per le persone, soprattutto i bambini.

Ne sono stati rilevati dal Dipartimento dell'Agricoltura degli Stati Uniti (USDA) residui di entrambi i pesticidi neurotossici su svariati tipi di frutta e verdura coltivati convenzionalmente come mele, pere ed anche alimenti per l’infanzia.

Come sempre il cibo in pole position per la concentrazioni di pesticidi resta la mela, per la sua naturale tendenza a funghi e insetti è ampiamente trattata con svariati antiparassitari che ritroviamo così anche nei succhi di mele e derivati, a seguire fragole, sedano e pesche..

Per i genitori il consiglio è sempre quello di prediligere frutta e verdura biologica in particolare per l’alimentazione della prima infanzia.

Nessun commento:

Posta un commento